Prove di tenuta cisterne, serbatoi e e vasche

Controlli non distruttivi di cisterne e vasche

Effettuiamo prove di tenuta serbatoi, cisterne e vasche con metodi non distruttivi assicurando la massima velocità e professionalità. Le prove di tenuta vanno effettuate con cadenze prefissate dalla legge per garantire la massima sicurezza di tenuta negli anni. Effettuare con cadenze prestabilite le prove di tenuta oltre ad essere a norma di legge e garantire la vostra sicurezza previene l’inquinamento di falde e terreni.

Le prove di tenuta non vengono fatte solo sui serbatoi e cisterne ma anche sui tubi e raccordi di mandata e ritorno dei liquidi.

Ecomedit specialisti in prove di tenuta cisterne, serbatoi e e vasche è attiva in Piemonte e tutta Italia.


Prova di tenuta serbatoi e vasche

Ogni quanto bisogna effettuare le prove di tenuta sui serbatoi?

• Frequenza annuale se i serbatoi e/o vasche sono stati installati da oltre 30 anni o con data d’installazione sconosciuta
• Frequenza biennale se i serbatoi e/o vasche sono attivi dai 15 ai 30 anni
• Per i serbatoi a doppia camera i controlli iniziano dal 15° anno.

In mancanza del regolamento del comune, bisogna far riferimento alle linee guida dell’Arpa.

Su quali serbatoi e cisterne si effettuano le prove di tenute:

  • Cisterne e serbatoi di gasolio anche condominiali
  • Cisterne e serbatoi di benzina
  • Vasche utilizzate in impianti di depurazione
  • Vasche di accumulo di liquidi inquinanti
  • Vasche di accumulo delle acque nere e pozzi neri
  • Cisterne e/o vasche dell'acquedotto;
  • Vasche e cisterne di impianti di trattamento dell'acquedotto;
  • Vasche e Cisterne di accumulo di liquidi,
  • Cisterne o serbatoi di accumulo liquami
  • Cisterne o vasche di accumulo di sostanze chimiche;
  • Vasche di carico di centrali idroelettriche;
  • Vasche per la raccolta di perdite di olio di trasformatori elettrici;
  • Vasche e vaschette per la raccolta di sostanze inquinanti provenienti da apparecchiature, serbatoi, cisterne, macchine
  • Manufatti per il contenimento di liquidi o liquami;
  • Piscine realizzate in opera in cemento armato e piscine prefabbricate;
  • Cisterne interrate e serbatoi interrati 
  • Cisterne e serbatoi interrati o sospesi di gasolio
  • Cisterne e serbatoi interrati o sospesi di liquidi

La regolare attività di prova di tenuta serbatoi e vasche previene la perdita di liquidi inquinanti, nel caso in cui i serbatoi e/o cisterne risultassero danneggiate si può procedere con le attività di vetrificazione del serbatoio, appena dopo essere stato bonificato dai contenuti assicurando una garanzia di 10 anni.

I metodi per effettuare le prove di tenuta sono:

Metodo MassTech, per prove di tenuta con serbatoi o vasche piene; 

Utilizziamo questo metodo per serbatoi con grado di riempimento superiore al 70%, oppure in combinazione con la metodologia Ullage per serbatoi con grado di riempimento compreso tra l’11% ed il 70%. Si determina la condizione di tenuta del serbatoio misurando la massa del prodotto contenuto attraverso un sensore di pressione. Le letture dei valori vengono registrate ogni minuto per circa un’ora, poi l'analista incrocia i vari dati con parametri esterni e determina l’esito della prova.

Metodo Ullage, per prove di tenuta di serbatoi con grado di riempimento fino al 10%

Per effettuare la prova di tenuta di cisterne o serbatoi con grado di riempimento fino al 10%, oppure in combinazione al metodo MassTech per serbatoi con grado di riempimento compreso tra l’11% ed il 70%, EcoMedit utilizza la metodologia Ullage. Dopo aver raccolto dati sul serbatoio, si procede alla creazione al suo interno di una depressione controllata che non intacca l’integrità strutturale del serbatoio. L'operatore monitora la depressione per un'ora, ed effettua un’analisi acustica ad ultrasuoni delle emissioni sonore all’interno del serbatoio. Il controllo può essere effettuato anche in assenza di prodotto, oppure tramite l’immissione di gas inerte come l'azoto nel serbatoio.

Prove di tenuta – Metodo Volumetrico

Con il metodo volumetrico, utilizziamo un software proprietario opportunamente tarato sui dati del serbatoio e lo collega a una sonda che viene fatta calare nella cisterna dando vita al processo di rilevazione/analisi automatico con l’autodiagnosi di controllo funzionale. Con questa metodologia, qualsiasi minimo scarto viene rielaborato per emettere il giudizio di tenuta o per quantificare l’eventuale rateo di perdita/ingresso rilevato nell’arco di esecuzione della prova.

Preventivi prova di tenuta serbatoi e vasche.

Richiedi subito un preventivo per la prova di tenuta del vostro serbatoio, contattaci al numero verde 800 592637 o manda una mail a info@ecomedit.it ti risponderemo rapidamente.


Share by: